martedì 19 novembre 2013

Alla mia cara terra

troppo addolorata per dire altro


Un attimo di respiro dal fuoco che la consumava
nemmeno il tempo di prendersene cura
nemmeno il tempo di risollevarla
che di nuovo si attorciglia allagata e fangosa
e la povera gente perde i suoi cari
e il resto della gente è in ginocchio
a ringraziare per se,
a piangere le vittime,
a tendere la mano
a chi in quel castigo ci è finito dentro.
E tutto intorno è acqua
di pioggia e di lacrime!

2 commenti: